Suggestioni dal passato

Passeggiando nei paesini dell’Alta Valtellina, visitando le numerose chiese e cappelle, osservando il panorama della vallata si percepisce senza dubbio che questo territorio ha una storia molto antica, affascinante e importante, di cui troviamo ancora ogni traccia e testimonianza negli edifici nobiliari ben conservati, nei numerosi affreschi che decorano le facciate delle case, nelle torri e nei musei.

Ancora oggi in questi paesi di montagna le cose importanti rimangono quelle in qualche modo unite al passato e alla storia, un legame e un rispetto per la tradizione e per la cultura che trasmettono e infondono anche al visitatore un maggiore affetto per la gente e per l’ambiente di questi luoghi di vacanza.

Nei paesini arroccati sulle pendici dei monti dell’Alta Valtellina tradizioni e stili di vita legati agli antichi mestieri accolgono i turisti più attenti e curiosi.

Ad Agosto, per esempio, in molte località vicino a Bormio dalle quali si domina la verdeggiante vallata, si svolgono giornate piene di storia, sapori e colori legati all’antico mestiere dell’alpeggio.

Una di queste è la fienagione che avveniva, e avviene tuttora, con l’utilizzo della falce a mano; c’è chi lo fa per tradizione, ma anche per necessità vista la pendenza e la conformazione dei campi “in costa”, dove le falciatrici meccaniche non possono arrivare.

Ascoltare il suono cadenzato della lama che sfila nell’erba alta, richiama alla memoria immagini di un passato che qui si rinnova ancora oggi.

 

Dove Siamo


 
1.jpg